Il Paese e la sua Storia

    
Home page Comunale
Indice "Compaesani da ricordare"
  
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   

   
 
   
   
< Torna indietro

VENCESLAO MENAZZI MORETTI (Lao)
Pasian di Prato 1904 - Udine 1989

menazzi_moretti.JPG (181881 byte)

Venceslao Menazzi nasce a Pasian di Prato il 30 aprile 1904. Qui trascorre l’adolescenza, frequentando le scuole elementari e le medie. Si diploma quindi ragioniere all’Istituto Zanon di Udine. Si dedica con successo agli sport, primeggiando in quelli di moda all’epoca: tennis, equitazione, sci.

Entra volontario in aeronautica per appagare una sua grande passione: allora è considerato un onore poter appartenere al primo Stormo Caccia, sotto il diretto comando del Duca D’Aosta e con caposquadriglia Italo Balbo. Lao vi riesce.

Nel 1932 sposa Luigia Moretti, unica erede della omonima fabbrica di birra. Poiché il cognome Moretti si sarebbe estinto, Lao ottiene con regio decreto di poter aggiungere al suo il cognome della moglie, conservando pertanto memoria del cognome di Luigi Moretti, fondatore nel 1859 della “Fabbrica di Birra e Ghiaccio”.

    
Lao Menazzi Moretti assume quindi la responsabilità del patrimonio della moglie, della quale diviene procuratore generale. Alla fabbrica di birra si dedica con passione e con risultati notevoli, fino a portarla in 40 anni a decuplicare la quota di mercato.

Nel 1946 la Sua grande intuizione per il cambiamento del marchio: fino a quel momento costituito da colori e scritte, viene modificato radicalmente con l’adozione dell’immagine del “Baffone” divenuta famosa in tutto il mondo.

Notevoli sono le iniziative extra aziendali di Lao Menazzi Moretti, tra le quali spiccano le quattro birrerie nei punti nevralgici di Udine, lo “Sbarco dei Pirati” a Lignano e il “Sans Souci” a Grado.

Negli anni 60 decide di dedicare risorse anche alla cultura, istituendo il “Premio Moretti d’Oro”, che raggiunge sin dalla prima edizione notevole successo. Preziosa è l’opera della Commissione di studio da Lui istituita, formata dai più eminenti rappresentanti della cultura originari della regione. La punta di diamante è costituita dall’invidiabile, invidiata, quanto irripetibile giuria per la letteratura, formata da Carlo Bo, Eugenio Montale e Guido Piovene.

baffone.JPG (122113 byte)

Rimarchevole, infine, L’attitudine filantropica ed il senso civico di Lao Menazzi Moretti: l’esempio più evidente è costituito dalla cinquantennale concessione, senza fini di lucro, della grande area Moretti adiacente lo stabilimento di Udine a favore delle più importanti iniziative della città; basti ricordare che l’Udinese Calcio vi ha svolto la sua attività dal 1914 al 1974.

Nel 1978 Lao si ritira dalla conduzione delle aziende, cedendone la guida al figlio Luigi. Nel 1985 riceve l’onorificenza di Cavaliere di Gran Croce.

Sofferente per insufficienza renale, che lo costringe per lungo tempo alla dialisi, muore a Udine  il 23 ottobre 1989.

Il Comune di Pasian di Prato, con Delibera della Giunta Comunale n. 3 del 9.1.2006 , ha dedicato a Lao Menazzi Moretti la via principale della Zona Artigianale Pasianese, affiggendo in loco un targa commemorativa in onore di questo celebre compaesano.
     

COMPAESANI DA RICORDARE

ARMO AGOSTO
PUBLIO BONANNI
ROSA CANTONI
LEONIDA CASARTELLI
I CINQUE MARTIRI DI VIA UDINE
LUIGI D'ANTONI
MAURO DEGANO
PIETRO DEGANO
GINO DEL FORNO (TAGÀL)
SILVIO DEL FORNO
GIO.BATTA DEL NEGRO
IVAN ESENTE
MARIA LAURA ROCCA (MARIA GAYNO)
VENCESLAO MENAZZI MORETTI (LAO)
FERRUCCIO MISSIO
CARINO QUERINI
FRANCO SGUERZI
MARIO VECCHIATTO
ELIO VENIER
LUIGI ZORZI

Home page comunale